Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › Ex Cotonificio comprato ad 1 euro. Guarda le immagini del Consiglio
S.A. 13 gennaio 2015 video
Il trasferimento dalla Regione è avvenuto al prezzo smbolico di un euro ed è stato definito lunedì sera in Consiglio comunale con la delibera approvata all´unanimità. Votata anche la mozione sull´accesso libero a Cala Burantì
Ex Cotonificio comprato ad 1 euro
Guarda le immagini del Consiglio


ALGHERO - L'ex Cotonificio è passato nella disponibilità del Comune di Alghero. Il trasferimento dalla Regione è avvenuto al prezzo smbolico di un euro ed è stato definito lunedì sera in Consiglio comunale con la delibera approvata all'unanimità.

Ora i passaggi successivi saranno quelli fondamentali per ridare vita alla struttura fatiscente di via Marconi, affinchè non resti nella lista delle storiche incompiute. A partire da finanziamenti per la messa in sicurezza e riqualificazione, oltre ad un'idea chiara per la destinazione su cui non esiste più il vincolo del passato, ossia realizzare un centro di aggregazione del quartiere.

La discussione in Aula è stata articolata e ciò che è emerso è la necessità di mettere la struttura a reddito, oltre a quella di creare uno spazio verde e di partecipazione. Approvata anche la mozione sull'accesso libero a Cala Burantì. Il documento, portato in Aula dal Movimento Cinque Stelle, è passato all'unanimità.
Commenti

19:23
Previsto un contenzioso legale. «Eolico, è ora di passare dalle parole ai fatti», dichiara il sindaco Antonello Cubaiu. Domani, alle ore 18, nella sala Consiliare del, è in programma un Consiglio Comunale aperto e di denuncia
30/8/2016
Il caso del comune di Oristano, in cui, dopo due convocazioni, l´assemblea consiliare non ha ancora approvato il riequilibrio del bilancio, viene approfondito in queste ore dagli uffici dell´assessorato degli Enti Locali
30/8/2016
In bilico la tenuta della maggioranza ad Oristano, dove il Comune rischia seriamente il commissariamento da parte della Regione che però è intenzionata a vederci chiaro sul provvedimento di riequilibrio di bilancio, bocciato per la seconda volta dal Consiglio comunale grazie ai voti di quattro dissidenti del centrosinistra
© 2000-2016 Mediatica sas