Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmbiente › Comitato: Deriu contro Nonne e Parco
S.A. 15 gennaio 2015
Il Comitato di Rinascita della Bonifica attacca la maggioranza cittadina sul rinnovo del Cda del Parco di Porto Conte e se la prende in particolare con il consigliere comunale Mario Nonne. Poi annuncia la battaglia per richiedere il ridimensionamento e l'azzeramento dei trasferimenti regionali
Comitato: Deriu contro Nonne e Parco


ALGHERO - Al Comitato di Rinascita della Bonifica non è andata giù la decisione del Consiglio comunale che nella seduta di martedì 13 gennaio [LEGGI][GUARDA] ha bocciato la risoluzione del Partito Democratico in cui veniva chiesto l'inserimento di un rappresentante delle borgate di Alghero nel Cda del Parco di Porto Conte di cui verranno eletti presidente e consiglieri nell'assemblea di domani (venerdì). «Martedì mattina il Sindaco ci aveva fatto intendere che nulla era ancora stato deciso in merito ai nomi dei componenti del Direttivo dell'Ente e che la decisione sarebbe spettata all'assemblea del Parco, che si terrà venerdì 16 gennaio. Per questo motivo il nostro Comitato si era attivato e eravamo riusciti a far convergere positivamente tutta l'opposizione in consiglio comunale sulla nostra proposta, ritenuta peraltro sensata anche da alcuni esponenti della maggioranza» ha commentato il presidente Dario Deriu.

In particolare, il comitato dell'Agro se la prende con Mario Nonne, consigliere comunale della Lista Per Alghero e residente nelle borgate: «E' una richiesta, ribadiamo, normalmente accoglibile da tutti i parchi del pianeta terra. Lo stesso Mario Nonne, consigliere comunale della lista del Sindaco e esponente dell'agro, dettosi favorevole la stessa mattina a Santa Maria la Palma, si è poi tirato indietro in consiglio comunale qualche ora dopo».

Schermaglie politiche che contrappongono il consigliere eletto nella lista del primo cittadino e il comitato "vicino" ai democratici, con la presidente uscente Tonina Desogos attuale dirigente cittadina dello stesso partito. I residenti delle borgate, intanto, promettono battaglia: «a fronte di questa chiusura netta da parte dell'amministrazione e in assenza di proposte serie alternative non ci resta che riprendere la raccolta firme voluta dalla popolazione e indirizzata alla Regione per il ridimensionamento generale del Parco. Il documento è già stato firmato da oltre 300 persone nei primi due giorni di presentazione ma era stato successivamente messo in stand by in attesa di un gesto di apertura sul tema da parte degli organi di governo cittadini».

E ancora: «la raccolta firme che porteremo agli uffici competenti a Cagliari prevede, dopo un breve preambolo sulla situazione incredibile venutasi a creare in questi anni, corredata di foto e video, la richiesta motivata di un forte ridimensionamento del territorio soggetto alle competenze del Parco. Inoltre auspica l'azzeramento dei trasferimenti regionali al Parco stesso e il passaggio totale della gestione agli organi regionali (Ente Foreste)». «La Regione - conclude Derriu - ha già dimostrato in diverse occasioni del passato e anche recentemente di non gradire le scelte effettuate dalla politica algherese nella gestione del territorio: con questa raccolta firme siamo costretti, ancora una volta e con rammarico, a remare contro il nostro Comune. Certamente non si può dare la colpa ai cittadini per questo: stiamo solo rivendicando il diritto di vivere serenamente a casa nostra».

Nella foto: Dario Deriu, presidente del Comitato di Rinascita della Bonifica
Commenti
14:57
Le risorse aggiuntive arrivano dalla seconda variazione di bilancio, approvata dal Consiglio regionale alla fine dello scorso mese di settembre, e vengono destinate all’ampliamento del numero di Comuni compresi nella tabella di ripartizione dei fondi
9:02
Lingua blu, siccità e prezzo del latte saranno i temi trattati dall’assemblea sindacale di Coldiretti Nuoro Ogliastra organizzata per lunedì mattina, nella Sala consiliare di Cardedu
20/10/2017
Servizi in borghese, utilizzo di videocamere e del drone, potenziamento del personale e dei mezzi a disposizione del nucleo di controllo ambientale che assicura una copertura 24 ore su 24. Tolleranza zero della Polizia locale di Sassari contro chi non differenzia i rifiuti e soprattutto contro le grandi utenze che producono la maggior parte della spazzatura, incidendo negativamente sui valori
© 2000-2017 Mediatica sas