Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaSoccorsi › Alghero: recuperata l’imbarcazione Capo Galera
A.B. 16 gennaio 2015
Sono andate a buon fine le operazioni di recupero del natante affondato nelle prime ore del mattino del 9 gennaio
Alghero: recuperata l’imbarcazione Capo Galera


ALGHERO - Sono andate a buon fine le operazioni di recupero dell’imbarcazione “Capo Galera”, affondata nelle prime ore del mattino del 9 gennaio. Una volta avuta notizia dell’incolumità dei due membri dell’equipaggio, l’unica priorità per la Guardia Costiera e per la società armatrice dell’imbarcazione, “La Maricoltura Alghero snc”, è stata quella di rimettere in sicurezza il tratto di mare, a poche decine di metri dal molo di sopraflutto e verificare lo stato d’inquinamento.

Le imbarcazioni d’appoggio e gli operatori tecnici subacquei sono riusciti solo dopo vari tentativi, rallentati soprattutto dalle condizioni meteorologiche non favorevoli, a riportare parzialmente a galla il relitto del Capo Galera. Le operazioni sono state compiute con l’ausilio di palloni, che hanno dato al relitto sufficiente galleggiabilità in modo da essere trasportato all’interno del porto di Alghero e ormeggiato alla banchina del molo di sopraflutto.

Il relitto risulta ancora semisommerso e sarà tenuto a galla dai palloni fino a che non verrà alato da una gru nei prossimi giorni, per il successivo trasporto in un cantiere nautico locale. Altro aspetto importante, nonché notizia positiva nella conclusione di questo sinistro marittimo, è costituito dall’assenza di inquinamento, anche all’interno dello specchio acqueo portuale.
Commenti
17/10/2017
Le ricerche erano proseguite per tre lunghi giorni. La salma trasportata dai militari della Capitaneria nel porto di Alghero e poi a Sassari, nella struttura ospedaliera di Rizzeddu. Restano da capire le cause che hanno portato al decesso
16/10/2017
Le ricerche sono proseguire senza sosta in località La Frana. Sotto il coordinamento del direttore marittimo del nord Sardegna, capitano di Vascello Maurizio Trogu, prendono parte alle ricerche anche i mezzi navali della Guardia costiera di Porto Torres ed Alghero, della Guardia di finanza, un elicottero ed i sommozzatori dei Vigili del fuoco
16/10/2017
A dare l´allarme è stata la compagna non vedendolo tornare a casa dalla battuta di pesca subacquea in apnea. Continuano le ricerche per ritrovare il corpo
16/10/2017
Improvviso malore a bordo della Moby Otta, in navigazione a circa sei miglia dal porto di Olbia. Provvidenziale l´intervento della motovedetta della Capitaneria di porto
© 2000-2017 Mediatica sas