Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteSicurezza › Comando Vigili alla memoria di Paolo Alessandro
S.A. 19 gennaio 2015
In occasione dei festeggiamenti per il patrono, i Vigili algheresi inaugurano il nuovo comando di via Mazzini, di cui un sala sarà intitolata al Capitano Paolo Alessandro, alla guida del Corpo per 24 anni
Comando Vigili alla memoria di Paolo Alessandro


ALGHERO - Martedì 20 gennaio si terranno i festeggiamenti per San Sebastiano, Patrono della Polizia Locale. In occasione di questa riccorrenza si procederà all’inaugurazione del nuovo Comando di via Mazzini.

Alle 10 sarà celebrata una Santa Messa nella Parrocchia del Rosario alla quale parteciperà anche il sindaco Mario Bruno. Seguirà l’inaugurazione della sala intitolata al Cap. Paolo Alessandro, già Comandante del Corpo Vigili Urbani.

Nato ad Ales nel 1940, Alessandro vinse 30 anni dopo il concorso bandito dal Comune di Alghero per rivestire l’incarico di Comandante del Corpo dei Vigili Urbani della Città di Alghero con il grado di Capitano. Con lui iniziarono 10 nuovi assunti che si specializzarono nella lotta contro l’abusivismo edilizio nell’agro algherese. Dotò, inoltre, il Corpo di autovetture e di quattro Moto Guzzi Falcone 500 che fece dipingere di bianco, colore di assoluta novità in Italia. Tale colorazione diverrà, negli anni seguenti, la tinta distintiva dei mezzi delle Polizie Municipali d’Italia. Restò a capo dei Vigili Urbani per 24 anni, sino al 1994. Sposato con Teresa Alzari (anche lei dipendente comunale), ha due figli, Luigi e Mauro. E' scomparso, a causa di un male incurabile, nell’aprile del 2012.

Nella foto: Paolo Alessandro
Commenti
20:03
Dei fondi oggetto della convenzione, circa 430 mila euro sono dedicati ai servizi e agli interventi dei Vigili del fuoco, mentre le somme rimanenti riguardano l’acquisto degli automezzi
25/7/2016
Al termine di tutte le procedure di sbarco i migranti sono stati trasferiti nelle varie strutture di accoglienza: 442 sono rimasti nel Cagliaritano, 286 a Sassari, 121 a Nuoro e 86 a Oristano
© 2000-2016 Mediatica sas