Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaCronaca › Barca sequestrata in porto: evasi 72mila euro | Foto
S.A. 25 febbraio 2015
Gli accertamenti hanno dimostrato che l’imbarcazione, con bandiera Usa, ha stazionato nelle acque comunitarie per un periodo superiore ai 18 mesi. Il titolare è ricercato negli Stati Uniti per reati di varia natura
Barca sequestrata in porto: evasi 72mila euro | Foto


ALGHERO - Sequestrata ad Alghero una barca a vela per contrabbando doganale. Nell’ambito di una complessa operazione mirata al controllo dell’applicazione della normativa doganale, i finanzieri della Sezione Operativa Navale di Alghero, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane di Sassari, hanno sequestrato un'imbarcazione, del valore di circa 360mila euro, ormeggiata nel porto turistico.

Gli accertamenti hanno dimostrato che l’imbarcazione, con bandiera Usa, ha stazionato nelle acque comunitarie per un periodo superiore ai 18 mesi, oltre il quale, come stabilisce la normativa doganale dell’Unione Europea, i proprietari avrebbero dovuto formalizzare l’importazione nel territorio comunitario con il pagamento delle imposte previste. Nel corso degli accertamenti preliminari alla notifica, le fiamme gialle hanno anche scoperto che il proprietario, tale J. K., è ricercato negli Stati Uniti d'America per numerosi reati di varia natura.

Il soggetto è stato denunciato per contrabbando all’Autorità Giudiziaria di Sassari. I tributi evasi ammontano a circa 72mila euro. La sanzione è quantificabile da 142.500,00 a 710.000,00 euro con pena accessoria della confisca del mezzo.

Nella foto:la barca a vela sequestrata
Commenti
21:02
Quattro le contestazioni per detenzione illecita di sabbia nei tredici servizi già effettuati all´aeroporto di Elmas dal Corpo forestale della Sardegna durante il controesodo estivo. Mille euro l´importo della sanzione, se pagata entro sessanta giorni
20/8/2017
Un 66enne cagliaritano, che era uscito in permesso premio lunedì, rientrando nel carcere di Uta è stato accompagnato nell´ospedale cittadino per dei controlli. All´interno dello stomaco aveva sette ovuli, per un totale di 155grammi tra marijuana, eroina e cocaina
© 2000-2017 Mediatica sas