Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Finanziaria boccia Surigheddu
S.A. 2 marzo 2015
L'emendamento di Forza Italia, primo firmatario il consigliere regionale algherese Tedde, che stanziava 150mila euro nel triennio per la predisposizione del progetto di riqualificazione dell'area agricola è stata bocciato in aula durante la votazione della finanziaria regionale
Finanziaria boccia Surigheddu


ALGHERO - Non decolla il rilancio di Surigheddu e Mamuntanas. L'emendamento di Forza Italia, primo firmatario il consigliere regionale algherese Marco Tedde, che stanziava 150mila euro euro nel triennio per la predisposizione del progetto di riqualificazione dell'area agricola nell'agro di Alghero, è stata bocciato in aula dalla maggioranza. Nelle scorse settimana anche il Consiglio comunale aveva approvato all'unanimità una risoluzione per il rilancio della zona [GUARDA].

Sui 1166 ettari esiste un'intesa istituzionale stipulata il 19 aprile 2007 tra il presidente Soru per la Regione, la Provincia di Sassari e i Comuni dell'area di crisi Sassari, Alghero e Porto Torres, che prevedeva l'utilizzo dell'area di Surigheddu ai fini agricoli, con il contestuale inserimento di strutture ricettive a rotazione d'uso e centro benessere". Alla firma è seguito due anni dopo uno studio di Laore che comprende due alberghi, campi sportivi, terreni dedicati all'allevamento e all'agricoltura, per un investimento complessivo di circa 55 milioni di euro e la previsione di circa 300 occupati.

Eppure «solo per la guardiania la Regione spende centinaia di milioni all'anno» sbotta l'onorevole Tedde che incalza: «e ancora in finanziaria sono stati dati contributi a fantomatiche associazioni ed a entità eteree legate al centrosinistra». L'ex sindaco di Alghero parla di una finanziaria «che si caratterizza sempre più per la lontananza dalle esigenze della provincia di Sassari e della nostra comunità» e di come «un'altra misura che andava nella direzione di sostenere un percorso di crescita per il territorio del sassarese sia stata respinta». «È scandaloso con responsabilità bipartizan - conclude - che un'azienda di proprietà regionale sia abbandonata a se stessa da 33 anni».

Nella foto: Marco Tedde
Commenti
10:17
Il colpo di scure è arrivato con la recente seduta del Consiglio dei Ministri che decreta la chiusura e l’accorpamento di quarantacinque enti camerali su 105 esistenti oggi sul territorio nazionale
25/8/2016
Partirei col sostenere che da circa due anni a questa parte l’Amministrazione comunale ha programmato il calendario degli eventi, sia estivi che invernali, sempre per tempo (cosa mai avvenuta nelle amministrazioni passate), di modo da poter consentire a tutti di sapere in anticipo quale fosse il calendario
© 2000-2016 Mediatica sas