Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCulturaCultura › Albino Bernardini, una vita a scrivere per i giovani
M.L.P.C. 1 aprile 2015
Si è spento a Tivoli Albino Bernardini, il grande maestro-pedagogo di Siniscola autore di tantissimi libri per ragazzi che ha dedicato l’intera esistenza all’insegnamento e all’educazione
Albino Bernardini, una vita a scrivere per i giovani


CAGLIARI – Si è spento nell’ultimo giorno di marzo Albino Bernardini, il maestro della pedagogia classe 1917. L’autore, nato a Siniscola, è morto all'età di 98 anni a Bagni di Tivoli dove viveva da tempo. Discepolo del francese Frenet e dello svizzero Jean Piaget, è l'inventore della trovata didattico-educativa costituita dalle storie senza finale; ovvero racconti e favole che non vengono appositamente conclusi, per dare modo ai piccoli lettori dì inventarsi un finale tutto loro.

Tanti i testi dedicati ai più giovani: da "Disavventure di un povero soldato", un libro di denuncia contro la stupidità di tutte le guerre scritto dopo l’esperienza vissuta in prima persona della seconda Guerra mondiale, a "Un anno a Pietralata", dal quale verrà tratto il film "Diario di un Maestro" di Vittorio De Seta, nato dall’esperienza come maestro elementare nel Lazio, fino a "Le Bacchette di Lula", tradotto in 26 lingue, diventato uno dei capisaldi della pedagogia italiana. Ne "Le bacchette di Lula" c'è la sua esperienza di maestro elementare nella Lula povera e ignorante del dopoguerra: in questo testo il suo insegnamento è stato quello di rompere metaforicamente le bacchette, spiegando agli alunni che non servono per educare.

Durante la sua vita sfornerà un libro dietro l'altro, per la maggior parte favole e racconti per bambini. Ne ricordiamo alcuni: "Bobby va a scuola", "La banda del bolide", "Tante storie sarde", "Le avventure di Grodde", "II palazzo delle ali" fino all'ultimissimo "Un viaggio lungo trent'anni".

Grande amico del poeta-scrittore per bambini Gianni Rodari, ha conseguito la laurea ad honoris causa presso la Facoltà di Scienze della Formazione Primaria di Cagliari nel 2005. Ha ricevuto decine di premi e riconoscimenti. Ha collaborato con vari quotidiani tra i quali l'Unità, il Paese Sera e l'Unione Sarda. Con Albino Bernardini si spegne uno dei grandi maestri con la M maiuscola dei cui insegnamenti la nostra terra e i giovani dovrebbero far tesoro. L’ultimo saluto terreno allo scrittore-pedagogo si terrà oggi a Bagni di Tivoli.

Nella foto Albino Bernardini
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas