Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSaluteSanità › Il Plus compie due anni ad Alghero
S.A. 3 luglio 2015
I Centri per le Famiglie e la Comunità operano nei 23 comuni del Distretto di Alghero e offrono ascolto, orientamento, consulenze pedagogiche e psicologiche ad un bacino di utenza potenziale di circa 33.161 famiglie
Il Plus compie due anni ad Alghero


ALGHERO - Il primo luglio 2015 i Centri per le Famiglie e la Comunità (CFC) del Plus di Alghero, hanno compiuto due anni di attività. I Cfc sono servizi realizzati in base alla programmazione 2012 2014, azione 4; servizi nuovi che hanno modificato l'architettura del PLUS e iniziato ad incidere, in questi due anni, nell'offerta di servizi ai cittadini e nel rapporto di integrazione socio sanitaria nel vasto territorio del distretto del Plus di Alghero.

Questi due anni hanno avviato un percorso di costruzione e condivisione di un linguaggio comune con gli operatori territoriali (Asl, Comuni, privato sociale) e hanno permesso di concordare modalità di intervento e raccordo, per offrire alle persone che accedono ai CFC un intervento il più possibile integrato tra sociale e sanitario. I CFC operano nei 23 comuni del Distretto di Alghero e offrono ascolto, orientamento, consulenze pedagogiche e psicologiche ad un bacino di utenza potenziale di circa 33.161 famiglie.

I centri, presenti a Thiesi, Bonorva, Ittiri e Alghero, servono ciascuno un gruppo di Comuni in modo tale da offrire un'equità di servizio nel territorio dei 213 comuni del Distretto. In ciascuna struttura opera una equipe composta da psicologo, consulente familiare/mediatore e un assistente sociale. Tutte le attività sono gestite in rete attraverso un software denominato Bita, che permette di raccogliere tutti i dati funzionali al miglioramento dell'offerta di servizi e alla individuazione degli scenari su cui orientare la programmazione del Plus.

In due anni i Cfc sono diventati un punto di riferimento importante sia per gli operatori (sociali, sanitari e scolastici), che per le famiglie e la comunità nel suo complesso; in questo periodo ci sono state 897 accessi al servizio con oltre 5671 colloqui, incontri e attività.
I Cfc sono diventati inoltre, grazie ad un protocollo con la direzione generale della Asl n 1, punti locali di accesso al Pua (Punto Unico di Accesso) relativo alle cure extra ospedaliere di tipo sanitario e socio sanitario anche residenziali. Oltre alle prestazioni di consulenze (familiare, educativa, coniugale, individuale), orientamento, supporto psicologico, i Cfc stanno gestendo anche le attività dei progetti Home Care Premium, Hippotyrr e Registro degli Assistenti Familiari.

Nell'anno scolastico 2013/2014 e 2014/2015 si è avviato anche un lavoro con tutti gli istituiti scolastici presenti nel territorio del Distretto in termini di prevenzione, lavorando sui fattori protettivi rispetto ai rischi di salute e disagio; rispetto a questo si è lavorato con gli alunni, gli insegnati e in alcuni casi con i genitori. Solo nell'anno scolastico2014/2015 sono stati coinvolti 13 istituti, 31 classi, 518 studenti. Il lungo percorso di integrazione socio-sanitaria nel Distretto di Alghero, è soltanto all'inizio ma possiamo dire che il percorso è iniziato ed ora è importante costantemente, implementarlo, seguirlo e rinforzare la rete di Community costruita.
Commenti
21:23
Nel pomeriggio di oggi, un aereo Falcon 900 del 31esimo Stormo dell’Aeronautica militare ha trasportato d´urgenza un bambino di undici anni in imminente pericolo di vita a causa di una grave patologia
18:09
Nell’ambito dell’azione a tutela della spesa pubblica, i militari della Tenenza di Muravera hanno individuato una persona che ha indebitamente usufruito di esenzioni dal pagamento dei ticket relativi a diverse prestazioni sanitarie fruite nel corso del 2014
18/4/2019
«Il punto di primo soccorso di Ghilarza, non chiuderà e continuerà a erogare il servizio sul territorio». Questa la risposta dell’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu, ai sindaci del Guilcier e Barigadu, nell’incontro di ieri mattina a Cagliari
© 2000-2019 Mediatica sas