Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSaluteSanità › Il Plus compie due anni ad Alghero
S.A. 3 luglio 2015
I Centri per le Famiglie e la Comunità operano nei 23 comuni del Distretto di Alghero e offrono ascolto, orientamento, consulenze pedagogiche e psicologiche ad un bacino di utenza potenziale di circa 33.161 famiglie
Il Plus compie due anni ad Alghero


ALGHERO - Il primo luglio 2015 i Centri per le Famiglie e la Comunità (CFC) del Plus di Alghero, hanno compiuto due anni di attività. I Cfc sono servizi realizzati in base alla programmazione 2012 2014, azione 4; servizi nuovi che hanno modificato l'architettura del PLUS e iniziato ad incidere, in questi due anni, nell'offerta di servizi ai cittadini e nel rapporto di integrazione socio sanitaria nel vasto territorio del distretto del Plus di Alghero.

Questi due anni hanno avviato un percorso di costruzione e condivisione di un linguaggio comune con gli operatori territoriali (Asl, Comuni, privato sociale) e hanno permesso di concordare modalità di intervento e raccordo, per offrire alle persone che accedono ai CFC un intervento il più possibile integrato tra sociale e sanitario. I CFC operano nei 23 comuni del Distretto di Alghero e offrono ascolto, orientamento, consulenze pedagogiche e psicologiche ad un bacino di utenza potenziale di circa 33.161 famiglie.

I centri, presenti a Thiesi, Bonorva, Ittiri e Alghero, servono ciascuno un gruppo di Comuni in modo tale da offrire un'equità di servizio nel territorio dei 213 comuni del Distretto. In ciascuna struttura opera una equipe composta da psicologo, consulente familiare/mediatore e un assistente sociale. Tutte le attività sono gestite in rete attraverso un software denominato Bita, che permette di raccogliere tutti i dati funzionali al miglioramento dell'offerta di servizi e alla individuazione degli scenari su cui orientare la programmazione del Plus.

In due anni i Cfc sono diventati un punto di riferimento importante sia per gli operatori (sociali, sanitari e scolastici), che per le famiglie e la comunità nel suo complesso; in questo periodo ci sono state 897 accessi al servizio con oltre 5671 colloqui, incontri e attività.
I Cfc sono diventati inoltre, grazie ad un protocollo con la direzione generale della Asl n 1, punti locali di accesso al Pua (Punto Unico di Accesso) relativo alle cure extra ospedaliere di tipo sanitario e socio sanitario anche residenziali. Oltre alle prestazioni di consulenze (familiare, educativa, coniugale, individuale), orientamento, supporto psicologico, i Cfc stanno gestendo anche le attività dei progetti Home Care Premium, Hippotyrr e Registro degli Assistenti Familiari.

Nell'anno scolastico 2013/2014 e 2014/2015 si è avviato anche un lavoro con tutti gli istituiti scolastici presenti nel territorio del Distretto in termini di prevenzione, lavorando sui fattori protettivi rispetto ai rischi di salute e disagio; rispetto a questo si è lavorato con gli alunni, gli insegnati e in alcuni casi con i genitori. Solo nell'anno scolastico2014/2015 sono stati coinvolti 13 istituti, 31 classi, 518 studenti. Il lungo percorso di integrazione socio-sanitaria nel Distretto di Alghero, è soltanto all'inizio ma possiamo dire che il percorso è iniziato ed ora è importante costantemente, implementarlo, seguirlo e rinforzare la rete di Community costruita.
Commenti
19:17
Ha preso il via oggi e si concluderà sabato, al Geovillage Resort, il 73esimo congresso della Società italiana delle scienze veterinarie), federazione che comprende ed abbraccia tutte le discipline e specialità della Medicina veterinaria
11:04
«Un passo avanti importante che rappresenta non solo un riconoscimento concreto per la Gallura, ma un successo per tutta la Sardegna». Così, l´assessore regionale della Programmazione Giuseppe Fasolino esprime soddisfazione per l’accreditamento della struttura gallurese
18/6/2019
Giornate della prevenzione e dello screening: gli operatori sanitari della Assl Sassari dialogano con i cittadini- Appuntamento giovedì 20 giugno a Tissi e giovedì 27 a Sennori con gli operatori dell’Unità operativa di Educazione sanitaria e promozione della salute per discutere di prevenzione, screening e corretti stili di vita
18/6/2019
«La risposta affermativa del mio Assessorato alla richiesta di accreditamento, da parte del Mater Olbia, non può che essere letta positivamente. Questo significa che le criticità rilevate in occasione della visita di aprile sono state superate e la struttura oggi soddisfa tutti i requisiti per iniziare a lavorare», commenta l’assessore regionale della Sanità
17/6/2019
Responsabilità professionale degli operatori sanitari: al via il corso formativo organizzato dall´Ats Sardegna ed il broker assicurativo Gbsapri sulla Legge n.24 dell´8 marzo 2017. Il corso è stato pensato per coinvolgere una platea di circa ottocento operatori sanitari e prevede altri quattro appuntamenti programmati sul territorio regionale
© 2000-2019 Mediatica sas